22-28 agosto – Iniziative per la festa di Sant’Alessandro martire, Patrono della Diocesi e della città di Bergamo

Dopo Misericordia, Gratitudine, Coraggio, Speranza, Umiltà, Fraternità, Compassione, Fiducia, gli eventi celebrativi della festa di Sant’Alessandro 2022 guardano al tema della Pace, un tema su cui Comune e Diocesi propongono a tutta la cittadinanza una riflessione corale.

“Sant’Alessandro 2022. Costruire la Pace” è il tema che rimanda all’impegno alla costruzione e al mantenimento della pace, un esercizio continuo, da perseguire con costanza, al di là di interessi personali e delle ideologie. Costruire una città pacifica e inclusiva significa agire per la salvaguardia delle libertà degli uomini e delle donne, potenziare le istituzioni partecipative, attingere alla capacità di cooperazione. Di tutto questo proprio la pace è il requisito fondamentale, tra tutti i valori è quello indispensabile per affrontare le sfide del presente e creare un futuro sostenibile.

Come di consuetudine, intorno alla festa del Patrono si sviluppa anche quest’anno un articolato programma nel segno della Cultura e della Fede.

Scarica la brochure con il programma completo


Riflessioni religiose

Un itinerario, scandito da riflessioni religiose e artistiche nei luoghi di Sant’Alessandro, accompagna i cittadini nei giorni che precedono le celebrazioni solenni del 26 agosto presiedute da dal Vescovo Francesco e previste, come da tradizione, la mattina in Duomo e, per i vespri, in Sant’Alessandro in Colonna.

Si inizia il 22 agosto Tempio Votivo della Pace, con “Un nuovo tempio: gratitudine e promessa di pace”, relatore dott. Osvaldo Roncelli.

Si prosegue il 23 agosto, presso la Chiesa dei Santi Bartolomeo e Stefano, con “Lorenzo Lotto celebra una pace ritrovata”, relatore Don Pietro Biaggi, prevosto di Pignolo; il 24 agosto, nel Monastero di San Benedetto, con “Benedetto da Norcia, seminatore di pace nel crogiolo dei popoli”, relatrice Madre Cristina Picinali, abbadessa del Monastero di San Benedetto; il 25 agosto, con partenza dalla Basilica di Sant’Alessandro in Colonna, si terrà il “Cammino orante verso la Cattedrale”.

A conclusione, incontro con il Vescovo in Cattedrale e omaggio alle reliquie di Sant’Alessandro.


Spettacolo in Cattedrale

Cuore del programma di Sant’Alessandro 2022 è Addio alle armi. Lettura scenica del romanzo di Ernest Hemingway, a cura dell’Assessorato alla Cultura e prodotto dal Centro Teatrale Bresciano.

Uno spettacolo dedicato a uno dei romanzi capolavoro sulla Prima guerra mondiale che, nella versione diretta da Paolo Bignamini e interpretata da tre eccellenti attori – Alessandro Bandini, Mario Cei e Leda Kreider –, rilegge il testo del grande scrittore americano alla luce del bruciante bisogno di pace che ci interroga.

Accompagnati dalle musiche dal vivo de La Scapigliatura – gruppo che rivisita la canzone italiana d’autore con sonorità elettroniche, ricercate e contemporanee – la compagnia racconterà la tormentata storia d’amore di Frederic e Catherine attraverso un percorso nei finali inediti del romanzo, tutti abbozzati da Hemingway e abbandonati in luogo di quello, asciutto e disperato, che chiude l’opera.

Lo spettacolo, si terrà sabato 27 agosto alle ore 21 nella Cattedrale di Sant’Alessandro.

A seguire, sotto i portici del Palazzo della Ragione in Piazza Vecchia, degustazione della torta di Sant’Alessandro e del vino Valcalepio offerti dal Comune di Bergamo e dal Consorzio Tutela Valcalepio con la collaborazione dell’Associazione Paolo Belli Onlus.


 

Arte e patrimonio

Ricco il palinsesto delle iniziative artistiche, a cominciare dalle mostre curate dalla Fondazione Adriano Bernareggi, ispirate al tema proposto, “PARABELLUM. Respiro della Guerra e della fame” di Ferrariofreres, e partecipate dai più giovani, Art Together Now.

ATN, realizzato dalla Fondazione Bernareggi in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura, è un progetto di animazione urbana a base culturale che coinvolge adolescenti e giovani degli oratori della città in un processo di co-creazione artistica, proprio nel contesto della festa di Sant’Alessandro. In questa seconda edizione, le artiste Barbara Ventura e Valentina Persico lavorano nei quartieri di Celadina e del Villaggio degli Sposi, ed esporranno i risultati del percorso creativo rispettivamente all’Ex-Ateneo, con la mostra “Incontro tendenza”, e al Tempietto di Santa Croce in via Arena, con FÙCUR. La parte di ”.

Aperture straordinarie per le mostre della Biblioteca Civica Angelo Mai e GAMeC: nell’Atrio scamozziano, “L’arte della persuasione. La pubblicità nelle riviste tra Otto e Novecento nelle raccolte della Biblioteca Angelo Mai”; al Palazzo della Ragione, Sala delle Capriate, la mostra “Anri Sala. Transfigured” con visita guidata.

Tanti i luoghi che si aprono a cittadini e curiosi, a mostrare tesori preziosi e ospitare eventi culturali: Palazzo Frizzoni, il Museo della Cattedrale, con la mostra “Tanti auguri Museo!” dedicata ai 10 anni dalla sua inaugurazione, la Basilica di Santa Maria Maggiore, il Museo delle storie con il Campanone, Astino.


Musica e folclore

A completare il programma, giovedì 25 agosto, il Tredicesimo Concerto di Campane, a cura della Presidenza del Consiglio comunale e della Federazione Campanari Bergamaschi, con l’Ufficio Liturgico sezione Musica Sacra della Curia diocesana.

Torna, dal 26 al 28 agosto, la Fiera di Sant’Alessandro, a cura di COMAP, con le sue bancarelle lungo il Sentierone; mentre, sempre il 26 in Piazza Vecchia, si terrà il saluto alle autorità cittadine e lo spettacolo dei gruppi presenti al 38° Festival Internazionale del Folclore, un’iniziativa a cura del Ducato di Piazza Pontida. A concludere gli eventi della giornata del Santo Patrono, il concerto di Sant’Alessandro ad Astino, a cura di ABBM in collaborazione con la Fondazione MIA, e il tradizionale spettacolo pirotecnico dagli Spalti di San Giacomo, a cura di COMAP.