Lettera Pastorale 2017-2018

“Un cuore che ascolta – Comunità cristiane in ascolto dei giovani”
(versione PDF)

SUSSIDIO BIBLICO-CATECHISTICO

IL DISCEPOLO CHE GESÙ AMAVA
Schede per la catechesi, la meditazione, la riflessione e la preghiera con gli adulti nelle comunità parrocchiali.

Il sussidio prende spunto dal tema della Lettera Pastorale del Vescovo Francesco sui giovani proposta alla Diocesi di Bergamo per l’anno pastorale 2017 – 2018 in occasione anche del Sinodo dei giovani.

Si compone di 10 schede: le prime 5 che riflettono sulla figura del discepolo amato, icona biblica, così come è presentata nei 5 brani del Vangelo di Giovanni, e le successive 5 che propongono storie bibliche di chiamate, vista la tematica vocazionale proposta dalla Lettera Pastorale.

Le schede, come i precedenti anni, avranno una struttura articolata in 6 momenti, ipotetica struttura di un incontro con adulti, seguendo ii metodo vita – Parola – vita che fa da riferimento anche nella formazione diocesana dei catechisti per adulti:

  1. preghiera introduttiva
  2. provocazioni (dalla vita …)
  3. brano biblico e commento (… alla Parola …)
  4. altre provocazioni (… alla vita)
  5. preghiera conclusiva e impegno
  6. provocazione a partire da una testimonianza dei giovani

CANZONE: Maestro, dove abiti? – Gv 1,38

INDICE DELLE SCHEDE e relativi materiali

Per l’inizio dell’anno catechistico è stato preparato un pieghevole partendo dall’icona biblica, indirizzato a bambini e ragazzi.

In distribuzione presso: Centro Oratori (via Goisis, 96/B a Redona) e librerie Qualcosa in più – Buona Stampa e San Paolo di Bergamo.


È possibile scaricare l’immagine quest’anno legata al Sinodo dei Giovani 2018 “Maestro dove abiti?” realizzata per l’occasione da Don Giuseppe Sala.

L’ICONA DEL DISCEPOLO
Il giorno dopo Giovanni stava ancora là con due dei suoi discepoli e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: “Ecco l’agnello di Dio!”. E i suoi due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù. Gesù allora si voltò e, osservando che essi lo seguivano, disse loro: “Che cosa cercate?”. Gli risposero: “Rabbì – che, tradotto, significa Maestro -, dove dimori?”. Disse loro: “Venite e vedrete”. Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno rimasero con lui; erano circa le quattro del pomeriggio.

Scarica da qui l’immagine in alta risoluzione (3543×3597 pixel)

Per avere l’immagine in altissima risoluzione (6813×6916 pixel, circa 54 Mb) contattare l’Ufficio Web-Comunicazione (e-mail web@curia.bergamo.it o tel. 035/278.262)

21-09-2017