Ambiente, Creato ed Ecologia

Papa Francesco sin dall’inizio del suo ministero ed ora particolarmente con la sua ultima Enciclica LAUDATO SI’, sottolinea la necessità e l’urgenza di riappropriarci delle tematiche legate alla nostra casa comune che è la terra, capendo che parlare di attenzione all’ambiente non è diverso ne distante dal parlare dell’uomo, della società nella quale viviamo e anche delle dinamiche più concrete che ognuno di noi quotidianamente sperimenta.

Scarica l’Enciclica.

Articolo di don Cristiano Re, direttore dell Ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro, sul tema “Clima e povertà”.


SETTEMBRE – MESE DEL CREATO

Dal 1 settembre al 4 ottobre come ogni anno la Conferenza Episcopale Italiana invita alla celebrazione del Mese del Creato.

Quest’anno il tema sarà dedicato ai Nuovi Stili di Vita «nei quali la ricerca del vero, del bello e del buono e la comunione con gli altri uomini per una crescita comune siano gli elementi che determinano le scelte dei consumi, dei risparmi e degli investimenti» (Giovanni Paolo II, Lettera enciclica Centesimus annus, 1° maggio 1991, n.36)

Scarica qui tutto il materiale a disposizione

Messaggio dei vescovi
Locandina
Sussidio per la preghiera


SOSTENIBILI COMUNITA’
Un guida sui nuovi stili per feste parrocchiali

L’Ufficio per la Pastorale e Sociale e del Lavoro in collaborazione con Magris Group e con i suoi esperti in materia di sostenibilità ha redatto questa piccola guida per comunità sostenibili.

La brochure è destinata a tutti coloro che abbiano il desiderio di impegnarsi nelle loro realtà per rendere le proprie attività sostenibili e poco impattanti sull’ambiente

Scarica la brochure


SETTIMANA LAUDATO SI’ – 11 VIDEO SULLE PROBLEMATICHE AMBIENTALI
E UNA MOSTRA ITINERANTE

L’Ufficio per la Pastorale Sociale e del Lavoro e ACLI Bergamo propongono un percorso di approfondimento nella Settimana Laudato Si, proposta da Papa Francesco.
Partendo dai temi della mostra “sulla cura della casa comune”, ogni giorno dal 16 maggio verranno pubblicati, sul nuovo canale YouTube dell’Ufficio, 11 video di 3 minuti che spiegano le principale problematiche ambientali cercando di darne una visione, seppur parziale, il più ampia possibile.

Inoltre, nell’occasione, l’Ufficio mette a disposizione il libretto esecutivo di una mostra itinerante “Cura della casa comune” sul tema ambiente.
Scarica la locandina con il calendario dei video
Scarica il libretto della mostra itinerante “Cura della casa comune”

***

MARTEDI' 26 MAGGIO - BUONE PRASSI

Per vedere gli altri video pubblicati vai al canale YouTube
Leggi l’articolo di approfondimento “Decalogo di Libero Pensiero”

Libri consigliati
Storie per ragazze e ragazzi che vogliono salvare il mondo
Carola Benedetto, Luciana Cilento – Edizioni De Agostini

Non solo Greta Thunberg come simbolo dell’impegno a favore dell’ambiente. Qui ci sono 16 ritratti di uomini e donne che fin da piccoli hanno deciso di salvare il mondo. Personaggi famosi, star come Leonardo Di Caprio o Emma Watson che durante le riprese dei film di Harry Potter disegnava abiti per People Tree contro il fast fashion. Piccole storie da tutto il mondo da conoscere come quella di Jun Ma o Yvon Chouinard.

———

La casa sostenibile
Christine Liu – Edizioni Slow Food

La casa sostenibile è una guida pratica per imparare a condurre uno stile di vita eco-friendly. Un tour attraverso le stanze della casa – soggiorno, cucina, camera da letto e bagni – con trucchi, consigli e 18 progetti spiegati nel dettaglio, pensati per vivere con un minore impatto sull’ambiente. Che si tratti di consumare meno plastica, di riutilizzare gli scarti in cucina, di coltivare un orto, di prodursi il dentifricio, della conversione a fonti di energia rinnovabili, di allestire un armadio minimal, del recupero di vecchi mobili, ci sono molti modi, piccoli e grandi, per fare la differenza, per la nostra felicità e per il pianeta.

***

LUNEDI' 25 MAGGIO - PERCHE' PREOCCUPARSI

Per vedere gli altri video pubblicati vai al canale YouTube
Leggi l’articolo di approfondimento “Cambiamenti climatici e salute globale: cosa dicono i dati e la letteratura scientifica”

Libro consigliato
La terra inabitabile. Una storia del futuro
di David Wallace-Wells – Edizioni Mondadori

Scritto da «un americano come tanti», che ama gli hamburger ed è felice di usare gli oggetti usciti dalla catena di produzione industriale, “La Terra inabitabile” è un libro terrificante, ma anche un appassionato invito all’azione. Perché, per quanto avvelenato, il nostro pianeta è destinato a sopravvivere. L’umanità, invece, ha solo una possibilità per immaginare un insieme di soluzioni tecnologiche, politiche e comportamentali che le permettano di preservare il proprio futuro. Nonostante tutto, possiamo ancora farcela.

***

DOMENICA 24 MAGGIO - SISTEMA AGRICOLO

Per vedere gli altri video pubblicati vai al canale YouTube
Leggi l’articolo di approfondimento “Inquinamento causato dalle coltivazioni agricole intensive”

Libro consigliato
Agroecologia e crisi climatica
di Andre Leu, Vandana Shiva – Edizioni Terra Nuova

La crisi ambientale, sociale ed economica che viviamo oggi ha un principale colpevole: l’attuale modello agroalimentare,che espone l’intero pianeta ai pericoli di una nuova estinzione di massa, depredando le risorse naturali, come l’acqua e la fertilità dei suoli. In questo nuovo libro, Vandana Shiva e Andre Leu presentano i risultati delle ultime ricerche scientifiche, dimostrando che un altro modello agricolo non solo è possibile, ma anche necessario, per combattere la fame, frenare i cambiamenti climatici e arginare la devastazione del pianeta. La questione ha anche una valenza di ordine sociale e politico. L’agricoltura industriale, basata su monocolture, pesticidi e biotecnologie, rende sempre più dipendenti e indebitati gli agricoltori consegnando i saperi, i mezzi di produzione e gli stessi semi nelle mani di poche multinazionali, con una concentrazione di potere senza precedenti nella storia. Gli autori smontano un modello produttivo a lungo celebrato come efficiente, ma che a uno sguardo più attento si mostra del tutto incapace di affrontare le sfide della crisi climatica, la fame nel Sud del mondo e la malnutrizione cronica nei paesi cosiddetti sviluppati. La soluzione è nelle pratiche agricole sostenibili supportate da nuove conoscenze agronomiche in grado di valorizzare la complessità del vivente, garantire cibo sano per tutti e una nuova democrazia per il futuro del pianeta. Prefazione di Nadia El-Hage Scialabba e presentazione di Maria Grazia Mammuccini.

***

SABATO 23 MAGGIO - PROFUGHI CLIMATICI

Per vedere gli altri video pubblicati vai al canale YouTube
Leggi l’articolo di approfondimento “Migranti climatici, rischiamo 143 milioni di profughi interni nel 2050”

Libro consigliato
Effetto serra, effetto guerra
di Grammenos Mastrojeni e Antonello Pasini – Edizioni Chiarelettere

Continue ondate migratorie aprono scenari a cui non eravamo preparati, e paiono il preludio a esodi di interi popoli. Le aree dove questi sommovimenti si originano hanno tutte qualcosa in comune: il clima che cambia, il deserto che avanza e che sottrae terreno alle colture mettendo in ginocchio le economie locali. “A tre anni dalla prima edizione di questo libro” osservano gli autori nella nuova introduzione “è per noi una magra consolazione trovare conferma delle dinamiche preoccupanti su cui avevamo cercato di attirare l’attenzione”. Il cambiamento climatico contribuisce al disagio e all’aumento della povertà di intere popolazioni, esposte più facilmente ai richiami del terrorismo e del fanatismo. In tutto questo, l’Italia è in prima linea: lo sanno bene a Lampedusa. Un climatologo e un diplomatico – così lontani, così vicini – hanno preso la penna giungendo alle stesse conclusioni: se abbandoniamo i più poveri al loro destino non solo facciamo finta di non capire ciò che ci insegnano la moderna scienza del clima e l’analisi geopolitica – che siamo tutti sulla stessa barca e che i problemi sono interconnessi e hanno una dinamica globale -, ma lasciamo crescere un bubbone di conflittualità che prima o poi raggiungerà anche noi; i primi migranti del clima lo sanno bene. Prendere coscienza dei rischi di un clima impazzito può favorire un’operazione di pace, integrazione e giustizia di portata inedita.

***

VENERDI' 22 MAGGIO - BIODIVERSITA'

Per vedere gli altri video pubblicati vai al canale YouTube
Leggi l’articolo di approfondimento “Il valore della biodiversità”

Libro consigliato
La biodiversità
di Marcello Buiatti – Edizioni Il Mulino

La storia del nostro pianeta è inscindibilmente legata alla storia della vita sulla terra e alla sua straordinaria varietà. Senza la biodiversità la vita scomparirebbe. Nell’immensa comunità naturale di cui facciamo parte essa infatti consente a tutti i suoi componenti di moditicarsi moltiplicando le strategie di sopravvivenza per adattarsi alla mutevolezza dei contesti. L’autore analizza dapprima strutture e funzioni della biodiversità – a tutti i livelli della biosfera tra loro interconnessi e complementari – dalle molecole agli organismi, alle specie, agli ecosistemi. Infine, in questa prospettiva integrata, esamina i rischi e i problemi creati dalla perdita di biodiversità, oggi in via di drammatica accelerazione sul pianeta terra, e il tema delle responsabilità che ne derivano per la nostra specie.

***

GIOVEDI' 21 MAGGIO - RIFIUTI E SCARTI

Per vedere gli altri video pubblicati vai al canale YouTube
Leggi l’articolo di approfondimento “Come sopravvivere ai rifiuti”

Libro consigliato
La cultura del rifiuto
di Pio Canu – Edizioni Efesto

In natura il rifiuto non esiste. Il rifiuto di un organismo diventa risorsa per un altro. Tutto viene riciclato. La paura del rifiuto ci impedisce di vederlo come una risorsa. Per superare la paura del rifiuto, dobbiamo necessariamente prendere e sposare l’esempio della natura. L’economia circolare, ispirandosi alla natura, ci consegna un modello di sviluppo altamente sostenibile, invitandoci a rispettare il pianeta per rispettare noi stessi. Spesso si sente parlare di “rifiuti zero”. Un concetto affascinante ma di fatto inesistente. Esistono invece i rifiuti che rappresentando una risorsa per qualcos’altro, cessano di essere “rifiuti” trasformandosi in “risorsa”. Non possiamo impedire la produzione di rifiuti, ma possiamo e dobbiamo spingere per la progettazione e l’utilizzo di materiali totalmente riciclabili, in modo tale da avere l’assoluta certezza che un bene a fine vita possa diventare un altro bene, nuova materia. Solo attraverso il riciclo spinto possiamo ottenere il sistema circolare, dove il rifiuto circola come risorsa e non come problema. Per fare questo però abbiamo bisogno di una rete impiantistica adeguata e di un rigoroso cambio di mentalità.

***

MERCOLEDI' 20 MAGGIO - INEQUITA' PLANETARIA

Per vedere gli altri video pubblicati vai al canale YouTube
Leggi l’articolo di approfondimento “Disuguaglianze, in 26 posseggono le ricchezze di 3,8 miliardi di persone”

Libro consigliato
La parte del colibrì. La specie umana e il suo futuro
di Pierre Rabhi – Edizioni Lindau

Com’è possibile che l’umanità, che ha raggiunto un progresso tecnologico senza precedenti, non riesca a fare in modo che ogni uomo sul pianeta possa disporre di una casa, di cibo, degli indumenti essenziali, di cure adeguate, di un lavoro dignitoso commisurato alle sue possibilità? A questa domanda fondamentale – e sempre più urgente visti il degrado della nostra società e l’acuirsi delle disuguaglianze fra poveri e ricchi – la lettura di questo libro fornisce alcune risposte. Per l’autore la società potrà cambiare soltanto quando un’etica diversa guiderà le nostre azioni, sapremo instaurare un nuovo rapporto con la natura e abbandoneremo l’odierna “logica della crescita e della produttività”, che si è rivelata rovinosa e incapace di risolvere i problemi, per una logica economica alternativa, davvero a misura d’uomo (con la creazione di fattorie e di piccoli centri abitati in cui si pratichi un’agricoltura di sussistenza, ad esempio, e una produzione industriale limitata ai beni veramente necessari). Con il suo stile semplice e diretto, Pierre Rabhi trasmette ai lettori una profonda simpatia per la terra e per il suo ideale di una sobrietà felice.

***

MARTEDI' 19 MAGGIO - SPRECO D'ACQUA

Per vedere gli altri video pubblicati vai al canale YouTube
Leggi l’articolo di approfondimento “L’acqua degli sprechi e gli sprechi dell’acqua”

Libro consigliato
Oro blu – Storie di acqua e cambiamento climatico
di Edoardo Borgomeo – Edizioni Laterza

L’acqua è elemento essenziale per gli esseri umani. La nostra stessa vita è condizionata dalla sua presenza o dalla sua assenza, dalla sua purezza o dal suo inquinamento, dalla sua forza incontrollabile o dalla sua ricerca. Nove storie da tutto il mondo ci raccontano il nostro bene più prezioso nell’epoca dei cambiamenti climatici.
Un pianeta più caldo significa ghiacciai che si sciolgono, piogge meno prevedibili, alluvioni più frequenti, deserti che avanzano. Nell’acqua vediamo gli effetti del riscaldamento globale. Ma anche se l’acqua è protagonista di questi cambiamenti, non ci appassiona. Forse perché la tocchiamo, la beviamo e la sprechiamo ogni giorno. Forse perché ci fa paura: sappiamo che sta finendo e perciò congetturiamo che le guerre del futuro si combatteranno per lei. Oppure, anche peggio, che ci annegherà tutti a causa dei cambiamenti climatici. Attraverso nove storie di persone la cui vita è profondamente legata all’acqua – in un viaggio che attraversa la Sicilia, il Bangladesh, l’Olanda, il Brasile, l’Iraq, l’Inghilterra, Singapore e la Nuova Zelanda – Oro blu ci fa scoprire come l’acqua si intrecci all’economia, alla storia, alla cultura e alla vita di ciascuno di noi. Una narrazione-reportage che, unendo interviste, episodi storici e dati scientifici, trasforma la nostra visione. La tesi di questo libro è semplice: la gestione dell’acqua non è solamente compito di ingegneri, economisti o ecologi, ma è compito di tutti. Perché senz’acqua niente è possibile ed è nostro compito difenderla, conservarla, evitare che venga sprecata o inquinata.

***

LUNEDI' 18 MAGGIO - CAMBIAMENTI CLIMATICI

Per vedere gli altri video pubblicati vai al canale YouTube
Leggi l’articolo di approfondimento “Cosa sono i cambiamenti climatici, cause e conseguenze”

Libro consigliato
Riscaldamento globale e futuro dell’uomo
di Pietro Mugnaini – Autopubblicato

Questo libro non è il solito saggio sul cambiamento climatico. Contiene, infatti, anche due racconti di fantascienza sul tema dove provocatoriamente vengono immaginate soluzioni shock: nel primo intervengono gli alieni per costringerci a prendere i giusti provvedimenti prima che sia troppo tardi, mentre nel secondo è ormai troppo tardi e l’uomo, per sfuggire all’estinzione è costretto ad una trasformazione radicale. Inoltre riporta le interviste al famoso climatologo Luca Mercalli, i discorsi pubblici di Greta Thunberg, gli appelli e i rapporti degli scienziati. Il capitolo dedicato al riscaldamento globale espone in modo chiaro e sintetico il problema del cambiamento climatico: la situazione attuale, cosa potrebbe fare la politica per ridurne gli effetti e cosa possiamo fare noi, cosa stanno facendo e cosa non stanno facendo i governi, perché potrebbe essere inarrestabile e quali le conseguenze. Infine un memorandum per i decisori politici con una lista di provvedimenti che andrebbero attuati con la massima urgenza.

***

DOMENICA 17 MAGGIO - ECOLOGIA INTEGRALE

Per vedere gli altri video pubblicati vai al canale YouTube
Leggi l’articolo di approfondimento “L’ecologia integrale”

Libro consigliato
Ecologia integrale – Laudato Si’ – Ricerca, formazione, conversione
di Claudio Giuliodori e Pierluigi Malavasi – Edizioni Vita e Pensiero

Il creato è un dono. Non è qualcosa che si compra. Ci precede e ci succederà. È un dono che deve essere condiviso. Come vogliamo lasciare questa terra? A che scopo lavoriamo, perché studiamo? Ci viene chiesto di guardare la realtà in modo organico, dal momento che tutto è in relazione. E la vita ci sfida a rispondere a due domande: perché la terra ha bisogno di noi? Dov’è tuo fratello? Sono questi gli interrogativi al centro della Lettera Enciclica Laudato si’. Sulla cura della casa comune con cui Papa Francesco si rivolge a tutte le persone che abitano il pianeta. E da tali questioni prende le mosse il volume curato da Claudio Giuliodori e Pierluigi Malavasi. Ai giovani, protagonisti del cambiamento, è dedicato il libro, nel quale autorevoli studiosi si confrontano sui temi toccati dal documento pontificio. La radice umana della crisi ecologica chiama in causa la politica e l’economia, i percorsi educativi e la ricerca scientifica. Con peculiari sensibilità disciplinari, gli Autori dei diversi saggi concentrano l’attenzione su quell’ecologia integrale che costituisce il cuore dell’Enciclica. Ecologia integrale come una madre bella che ci accoglie tra le sue braccia. Tutto è connesso: la responsabilità verso l’ambiente e l’inclusione sociale dei poveri, il rispetto delle culture umane e le linee d’azione per uno sviluppo equo e solidale. Ecologia integrale per puntare su nuovi stili di vita: alleanza, dialogo e pellegrinaggio per custodire la Terra Santa di Dio.

***

SABATO 16 MAGGIO - SULLA CURA DELLA CASA COMUNE

Per vedere gli altri video pubblicati vai al canale YouTube
Leggi l’articolo di approfondimento “Sulla cura della casa comune”

Libro consigliato
Un solo pianeta una sola umanità: la sfida del cambiamento climatico e il sovranismo nazionalistico

di Romano Trabucchi – Pubblicazione indipendente

L’uomo si trova oggi davanti alla più grande emergenza sistemica della sua storia: la minaccia del cambiamento climatico. Il rischio ci ricorda che siamo una sola umanità, abbiamo un solo pianeta, siamo esposti tutti agli stessi pericoli.La soluzione è urgente ed è possibile ma richiede un’azione coordinata e interdipendente di tutti gli Stati andando oltre i nazionalismi e i sovranismi. Occorre una nuova sovranità che deve trasformarsi in cooperazione ed essere affidata a soluzioni multilaterali estranee alla logica degli Stati-nazione.

***


14° GIORNATA PER LA CUSTODIA DEL CREATO

Su indicazione della Conferenza Episcopale Italiana si celebra il prossimo 1° settembre la 14^ Giornata per la Custodia del Creato, in comunione con Chiese e Comunità ecclesiali europee delle diverse confessioni cristiane. L’Ufficio per la Pastorale Sociale e del Lavoro da qualche anno, al fine di sviluppare nelle comunità parrocchiali un’attenzione responsabile alle tematiche della Custodia del Creato, suggerisce di dedicare il periodo tra il 1° settembre e il 4 ottobre, festa di San Francesco d’Assisi, quale “Tempo per il Creato”.

Locandina delle inizative nel mese di settembre nella Diocesi di Bergamo


MOSTRA ITINERANTE “SULLA CURA DELLA CASA COMUNE”

Ci sarebbero molte cose da dire sulla cura che oggi riserviamo alla nostra casa comune, ancora di più ci sarebbe da discutere su quella che non le riserviamo.

Il tema dei cambiamenti climatici, della sostenibilità, degli sprechi è davvero ampio, troppo vasto per pensare di avvicinarsi con un assetto tradizionale; è proprio nello stile di approccio che dobbiamo cominciare a mettere in atto quello che Papa Francesco ci consegna nella “Laudato si”: per comprendere al meglio la gravità del problema (e quindi per comprenderlo veramente), bisogna avvicinarsi a esso con una visione integrale ed integrata, che tenga conto di tutti gli aspetti della questione, ma soprattutto che tenga conto del fatto che tutto è collegato, che una cosa deriva dall’altra e al contempo ne è parte integrante; è questo il più grande insegnamento che il Pontefice ci dona nell’Enciclica.

La mostra raccoglie questa sfida, la sfida di riconoscere che esiste un problema, e cercare, nel modo che sia il più chiaro possibile, di darne una visione non completa (sarebbe impossibile) ma poliedrica, mostrando così le diverse facce con cui esso si manifesta. La mostra è solo l’inizio di uno studio, studio al quale è doveroso, per affrontarlo al meglio, approcciarsi con un’ottica processuale (quindi sempre pronta a sconvolgimenti e miglioramenti) che tenga conto della vastità del fenomeno e della sua proporzionale rilevanza.

Scarica il libretto della mostra
Scarica la locandina della mostra


I CAMBIAMENTI CLIMATICI E GLI EFFETTI DELLE AZIONI DELL’UOMO SUL NOSTRO ECO-SISTEMA

Scarica la presentazione.