Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani – Rinviati gli incontri in presenza

Perciò la «Settimana per l’Unità dei Cristiani» è e resta innanzitutto uno speciale tempo di preghiera, anche se è difficile ritrovarsi, in presenza fisica, a pregare insieme.

Così, a causa delle restrizioni legate alla pandemia, in questo inizio 2021, non si possono attuare nel territorio bergamasco le iniziative ecumeniche già prefissate e già comunicate.

Si cercherà comunque di collocarle in un tempo più propizio, auspicabilmente nel tempo di Pasqua, in preparazione alla festa di Pentecoste.

Per le celebrazioni ecumeniche diooesane unica eccezione è quella a Gorle il 19 febbraio 2021 alle ore 20.00, riservata ai residenti della zona.

Resta possibile partecipare in Zoom alla Giornata per il Dialogo ebraico-cristiano.


Dal 18 al 25 gennaio è in programma la Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani organizzata dall’Ufficio per l’Ecumenismo e dal titolo “Rimanete nel mio amore: produrrete molto frutto (Giovanni 15,5-9)”.

È stata annullata la Celebrazione ecumenica della Parola prevista mercoledì 20 gennaio presso la chiesa di S. Maria Immacolata delle Grazie (viale Papa Giovanni XXIII Bergamo) concelebrata da Pastore Winfrid Pfannkuche (Comunità Cristiana Evangelica di Bergamo), Padre Gheorghe Velescu (Parroco della Parrocchia romena ortodossa di Bergamo), con Sermone di Mons. Francesco Beschi (Vescovo di Bergamo) e con la partecipazione anche di rappresentanti di altre Chiese cristiane.

Domenica 17 gennaio, in occasione della XXXII Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra Cattolici ed Ebrei, si è tenuta la lettura a due voci (ebraica e cattolica) del libro di Qohelet con Elena Lea Bartolini (Biblista e docente di giudaismo post-biblico) e Alberto Maffeis (Biblista).